Questo sito contribuisce alla audience di

Amberg

città (44.596 ab.) della Germania, nell'Alto Palatinato (Baviera centro-settentrionale), 55 km a E di Norimberga, a 385 m nel bacino compreso tra il Giura Francone e la Selva Boema, sulle rive del fiume Vils. Situata in prossimità di giacimenti di ferro, è un importante centro industriale. Nel nucleo urbano più antico, ancora racchiuso entro la cinta muraria, si trovano notevoli edifici religiosi e civili, come le chiese gotiche di S. Martino e di S. Giorgio, il palazzo municipale (sec. XIV-XVI) e il castello dei conti del Palatinato (1296-1315). Fu residenza ducale (fino al 1621) e capitale (fino al 1810) dell'Alto Palatinato. Il 24 agosto 1796, durante la guerra della I coalizione, l'arciduca Carlo d'Austria riuscì ad accerchiare ad Amberg i Francesi comandati dal Jourdan e a determinare così la successiva vittoria di Würzburg. § Noto centro ceramico attivo dal sec. XVIII al 1910; nel 1759 Simon Hetzendörfer vi fondò una fabbrica di maioliche. Dal 1790 si produssero terraglie bianche a motivi azzurri e porcellane dure di uso comune, riproducenti modelli di Ludwigsburg.

Media


Non sono presenti media correlati