Questo sito contribuisce alla audience di

Anassìmene di Làmpsaco

(greco Anaximénēs), retore e storico greco (ca. 380-ca. 320 a. C.). Discepolo di Zoilo di Anfipoli e di Diogene il Cinico, fu, si presume, maestro di Alessandro Magno. Scrisse un trattato di tecnica oratoria (Le arti) e un Encomio di Elena, che non ci sono stati tramandati, e una Retorica ad Alessandro già attribuita ad Aristotele, rarissima testimonianza dell'arte retorica dell'antica sofistica. Anche le opere storiche, delle quali esistono solo frammenti (Elleniche, Filippiche, Storia di Alessandro), dovevano concedere largo spazio alla retorica. Nel 334 la città di Lampsaco lo inviò ambasciatore da Alessandro Magno che ne minacciava la distruzione; egli ottenne clemenza e l'episodio gli valse appunto il nome di Anassimene di Lampsaco.

Media


Non sono presenti media correlati