Questo sito contribuisce alla audience di

Appelfeld, Aharon

narratore israeliano (Černovcy, Bucovina, 1932). Vive in Israele dal 1947. Tra i pochi scrittori israeliani ad aver trattato l'Olocausto, ha pubblicato i volumi di racconti Fumo, nella vallata fertile (1965), Le rive del fiume (1971) e il romanzo Badenheim 1939 (1981). Vincitore, nel 1983, del Premio d'Israele per la letteratura, Appelfeld ha raggiunto notorietà internazionale dapprima con il romanzo Il rifugio (1985) e quindi con Il mio nome è Katerina (1994). Del 1999 è Storia di una vita, ricco di elementi autobiografici, mentre del 2002 è il romanzo Tutto ciò che ho amato, il cui tema di fondo è il dolore per l'abbandono. Nel 2007 ha pubblicato Badenheim 1939 e Un'intera vita, mentre nel 2011 L'amore d'improvviso.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti