Questo sito contribuisce alla audience di

Arbogaste

(latino Arbogastes), generale di origine franca, postosi alle dipendenze dell'imperatore Graziano. Diventato magister militum nel 385, fu inviato nella Gallia a combattere Massimo. Arbogaste batté ripetutamente Massimo e ne uccise il figlio Vittore. Teodosio lo mise a fianco di Valentiniano II e Arbogaste trovò il modo di eliminarlo e di sostituirlo con il letterato Eugenio (392), svolgendo nel contempo una netta politica anticristiana. Teodosio, costretto a intervenire, sconfisse Arbogaste presso le rive del Frigido. Il generale ricorse al suicidio ed Eugenio fu decapitato.

Media


Non sono presenti media correlati