Questo sito contribuisce alla audience di

Arióne di Metimna

poeta lirico greco (Metimna, Lesbo, sec. VII a. C.-? sec. VI a. C.). Ebbe fama di essere il miglior citarista del suo tempo e passò gran parte della vita alla corte di Periandro, tiranno di Corinto dal 627 al 585. Narra Erodoto (I, 23 e seguenti) che di ritorno da un viaggio in Italia Arione fu buttato in mare dai marinai, che volevano derubarlo, e salvato da un delfino attratto dalla bellezza del suo canto. La tradizione lo disse scolaro di Alcmane e gli attribuì l'invenzione del ditirambo. Non ci resta nulla della sua opera: ma, più che di poeta, la sua fu opera di musico.