Questo sito contribuisce alla audience di

Ashby, Hal

regista cinematografico statunitense (Ogden, Utah, 1936-Malibu, California, 1988). Tra le personalità più incisive della Hollywood critica degli anni Settanta, dopo le prime prove nel teatro e un debutto nel cinema come assistente al montaggio e quindi coproduttore con N. Jewison, ha esordito come regista nel 1970 con The Landlord (Il padrone di casa). Dopo Harold e Maude (1971), ha realizzato una serie di pellicole di notevole successo, apprezzate dalla critica e specialmente tra la fascia più giovane e impegnata del pubblico: The Last Detail (1973; L'ultima corvé), Shampoo (1975), Bound for Glory (1976; Questa terra è la mia terra), Coming Home (1978; Tornando a casa). Nel 1979 ha girato quello che per la maggior parte dei critici resta il suo film migliore: Being There (Oltre il giardino). Negli anni Ottanta la sua vena si è fatta meno vivace e pungente, avviandosi così verso un precoce ridimensionamento: Time Is On Our Side (1982; Il tempo è dalla nostra parte), documentario sui Rolling Stones, e 8 Millions Ways to Die (1986; Otto milioni di modi per morire) restano i suoi lavori più significativi del decennio.

Media


Non sono presenti media correlati