Questo sito contribuisce alla audience di

Astidamìa

(greco Astydámeia), nome di eroine della mitologia greca. § Figlia di Pelope e di Ippodamia: andò sposa ad Alceo, dal quale ebbe Anfitrione. § Figlia di Amintore, re dei Dolopi fu, secondo Pindaro, sposa di Eracle e madre di Tlepolemo; miti tardivi la dicono madre di Ctesippo. § Moglie di Acasto, re di Iolco e madre di Sterope. Amante non corrisposta di Peleo, lo accusò presso la moglie di voler sposare Sterope; la moglie s'impiccò; non contenta, Astidamia accusò Peleo presso suo marito di aver tentato di violentarla. Peleo alla fine si vendicò uccidendo Acasto e facendo a pezzi Astidamia. § Figlia di Forbante, madre di Lepreo e sorella di Augia. Riuscì a salvare Augia dall'ira di Eracle, che non era stato ricompensato per la pulitura delle stalle, ma non salvò il figlio Lepreo, che aveva osato attaccare l'eroe.