Questo sito contribuisce alla audience di

Avigliana

Guarda l'indice

comune in provincia di Torino (25 km), 383 m s.m., 23,26 km², 11.070 ab. (aviglianesi), patrono: san Giovanni Battista (24 giugno).

Generalità

Cittadina della bassa valle di Susa, situata nell'anfiteatro morenico di Rivoli. L'abitato comprende vari borghi (Vecchio, Nuovo, Ferronia e San Pietro), estesi tra i due laghi di Avigliana e la Dora Riparia. Lo sviluppo urbano recente si è avuto a N, attorno alla stazione ferroviaria e lungo la statale del Moncenisio.

Storia

Forse fondata dai Celti, fu borgo romano (Abellianum) fiorente sotto i Longobardi e i Franchi. Nel sec. X Arduino Glabrione vi fondò il castello. Adelaide di Susa la portò in dote ai Savoia. Nel 1174 il castello e parte del borgo furono distrutti da Federico Barbarossa. Ricostruita da Tommaso I, fu la sede preferita dai Savoia al di qua delle Alpi. Agli inizi del Trecento ebbe una zecca propria e nel 1330 un orologio pubblico; nel sec. XVI vi tenne scuola l'artista Defendente Ferrari.

Arte

Il centro conserva monumenti d'arte e ambienti medievali, tra cui la casa della Porta Ferrata. Nella chiesa romanico-gotica di San Giovanni sono conservati dipinti di D. Ferrari e un pulpito ligneo cinquecentesco. La chiesa di Santa Maria, edificata in forme gotiche nel sec. XIII e rimaneggiata in epoca barocca, conserva intatto il campanile a bifore. La chiesa di San Pietro, del sec. XII, fu rimaneggiata tra i sec. XIV e XV; all'interno conserva affreschi del Trecento e Quattrocento. Sul Lago Grande si affaccia il santuario della Madonna dei Laghi, dove si trovano dipinti attribuiti a D. Ferrari e al Caravaggio.

Economia

L'economia ha uno spiccato carattere industriale (impianti chimici, metalmeccanici, alimentari, per la lavorazione della gomma, delle materie plastiche e del legno), ma fiorenti sono anche il commercio e il turismo. La vicinanza di Torino e la bellezza dei laghi e dei dintorni fanno di Avigliana una frequentata meta turistica e di villeggiatura.

Curiosità

Costituito da tre ecosistemi (i due laghi, la palude e le colline moreniche ricoperte da boschi di carpini, roveri e castagni), il Parco Regionale dei Laghi di Avigliana è meta turistico-sportiva molto frequentata. Nel suo habitat trovano accoglienza numerosi uccelli e diverse specie di mammiferi.