Questo sito contribuisce alla audience di

Bàbila

santo (m. ca. 250). Sulla sua vita si hanno scarse notizie (le informazioni dovute a San Giovanni Crisostomo non sempre sono degne di fede). Fu vescovo di Antiochia e cadde vittima della persecuzione di Decio. I suoi resti, trasferiti nel 351 a Dafne, sobborgo di Antiochia, nel luogo in cui sorgeva prima un tempio dedicato ad Apollo, furono di nuovo portati ad Antiochia nel 362 per ordine dell'imperatore Giuliano l'Apostata. Il culto di San Babila si diffuse presto nell'Oriente e poi verso Occidente. Festa il 24 gennaio.

Media


Non sono presenti media correlati