Questo sito contribuisce alla audience di

Bòbbio, Norbèrto

filosofo italiano (Torino 1909-2004). Partito da studi su problemi specifici di filosofia del diritto, affrontò ben presto, e fra i primi in Italia, il confronto con le grandi correnti interpretative del diritto, la fenomenologia e il neopositivismo. Contrario alla filosofia “retorica” e “umanistica”, ma anche all'esistenzialismo, decadente e dilettantistico, e al marxismo, eccessivamente riduttivo, Bobbio approda a un neoilluminismo impegnato sia sul fronte dei problemi metodologici delle scienze sia su quello dei problemi pratici della riforma e del mutamento sociale. Nella sua produzione più sensibile ai temi propri delle scienze sociali è rilevante il contributo dato alla rivalutazione e alla rivisitazione critica della sociologia elitistica italiana delle origini (soprattutto di Mosca e Pareto). La sua ricerca, attenta alla definizione del concetto di potere politico e all'analisi dei sistemi di governi e delle loro articolazioni, è anche influenzata dalla scuola di Kelsen, da cui deriva l'idea di primato della norma giuridica come garanzia del diritto democratico. Fra le sue opere si ricordano: Studi sulla teoria generale del diritto (1955), Il positivismo giuridico (1965), Il problema della guerra e le vie della pace (1979, rivisto e ampliato nel 1997), Studi hegeliani (1981), Il futuro della democrazia (1984), Profilo ideologico del Novecento italiano (1986 e 1990), Il futuro della democrazia (1991), Il dubbio e la scelta: intellettuali e potere (1993), Elogio della mitezza e altri scritti morali (1994, ampliato nel 1999), Destra e sinistra. Ragioni e significato di una distinzione politica (1994), Eguaglianza e libertà (1995), De senectute ed altri saggi autobiografici (1996), Dal fascismo alla democrazia (1997); Autobiografia (1997), Teoria generale della politica (1999), La mia Italia (2000); Dialogo sulla Repubblica (2001; in collaborazione con M. Viroli); Trent'anni di storia della cultura a Torino. 1920-1950 (2002). Nel 1984, per i meriti acquisiti nella sua lunga carriera, è stato nominato senatore a vita.

Bibliografia

P. Borsellino, Norberto Bobbio e la teoria generale del diritto, Milano, 1983; C. Violi (a cura di), Norberto Bobbio, Milano, 1984; C. Violi, B. Maiorca (a cura di), Bobbio: 50 anni di studi, Milano, 1984; E. Lanfranchi, Un filosofo militante. Politica e cultura nel pensiero di Norberto Bobbio, Torino, 1989.

Media


Non sono presenti media correlati