Questo sito contribuisce alla audience di

Baccinèlli, Giusèppe

carmelitano scalzo (Roma 1807-Verapoly 1868). Missionario nel Malabar, profuse le sue energie per promuovere l'educazione del clero indigeno, creando un seminario centrale a Puthenpally ed erigendo un terzordine regolare tra il clero indigeno, al quale fece professare la regola carmelitana; curò anche l'elevazione spirituale del popolo, introducendo l'uso delle missioni popolari e degli esercizi spirituali. Dal 1859 diresse il vicariato apostolico di Verapoly con il titolo di arcivescovo di Farsala.

Media


Non sono presenti media correlati