Questo sito contribuisce alla audience di

Bandini, Àngelo Marìa

erudito (Firenze 1726-Fiesole 1803). Sacerdote, si dedicò a Roma a ricerche antiquarie. Tornato in Toscana, divenne bibliotecario della Marucelliana e poi della Laurenziana. La sua opera più significativa è il Catalogus codicum manuscriptorum della Laurenziana (1764-93): considerato il capolavoro della biblioteconomia settecentesca, il catalogo valse a Bandini una fama europea nel mondo degli eruditi e contribuì a spianare la strada alla filologia dell'Ottocento. Si deve inoltre a Bandini il prezioso Specimen literaturae Florentinae saec. XV (1747-51), cui sono da affiancare le vite di personaggi del Rinascimento (pregevole soprattutto la vita di A. Vespucci) e di filologi e dotti dal Cinquecento al Settecento. Da ricordare, infine, la Collectio veterum aliquot monumentorum ad historiam praecipue literariam pertinentium (1752).

Media


Non sono presenti media correlati