Questo sito contribuisce alla audience di

Bering, Vitus Joannsen

esploratore e navigatore danese (Horsens 1681-isola di Bering 1741). Dopo aver compiuto un viaggio alle Indie Orientali per impratichirsi nell'arte nautica, passò al servizio della marina russa. Incaricato da Pietro il Grande (1725) di accertare se esistesse un collegamento tra l'Asia e l'America, si portò nel 1727 sulla penisola di Kamčatka, da cui ripartì nel 1728, sulla nave San Gabriele, risalendone la costa orientale. Nel corso di tale spedizione toccò i 67º20´ latitudine N, attraversando il mare che da lui prese nome e scoprendo l'isola di San Lorenzo e lo stretto che separa l'Asia dall'America. Dopo aver rilevato le coste settentrionali della Siberia, il 4 giugno 1741 Bering si imbarcò a Petropavlovsk-Kamčatski (da lui fondata) sulla nave San Pietro, raggiungendo le coste dell'Alaska, di cui esplorò la sezione nordoccidentale, avvistando un alto monte che chiamò Sant'Elia. Ai primi di novembre la nave andò alla deriva, incagliandosi su un'isola dell'arcipelago del Commodoro (oggi detta appunto isola di Bering) su cui Bering morì di scorbuto.

Media


Non sono presenti media correlati