Questo sito contribuisce alla audience di

Bernis, François-Joachim de Pierres de-

cardinale francese (Saint-Marcel-de-l'Ardèche 1715-Roma 1794). Accettò il razionalismo del suo tempo, rigettandone però le conseguenze areligiose. Sensibile e raffinato, si colloca molto in alto fra gli umanitaristi suoi contemporanei, per riconoscimento dello stesso Voltaire. Nel 1755 fu ordinato sacerdote e l'anno dopo il re lo inviò quale suo ambasciatore a Vienna, dove preparò i trattati del 1756 e del 1757. Ministro degli Esteri nel 1757, davanti al cattivo andamento per la Francia della guerra dei Sette anni e alle precarie condizioni finanziarie, consigliò la pace e propose riforme per superare la crisi economica, ma rimase inascoltato e si ritirò. Nel 1764 fu inviato a Roma come ambasciatore e si adoperò per la soppressione dei gesuiti. Nel 1791 rifiutò il giuramento imposto dal governo rivoluzionario di Parigi al clero.

Media


Non sono presenti media correlati