Questo sito contribuisce alla audience di

Bertolucci, Bernardo

regista cinematografico italiano (Parma 1941). Ha esordito giovanissimo sulla scia di Pasolini (La commare secca, 1962), ma due anni dopo, in Prima della rivoluzione, svelava una spiccata originalità nel celebrare il crollo di un mondo. Particolarmente interessanti Il conformista e Strategia del ragno, dedicati entrambi (1970) a un'evocazione del fascismo, o di certo antifascismo, come fenomeni legati alla decomposizione borghese. Nel 1972 ha ottenuto vasto successo con Ultimo tango a Parigi, seguito dal progetto fiume di Novecento (1976), ambizioso e discusso affresco sulle vicende private e pubbliche di due personaggi contrapposti (padrone e contadino) sullo sfondo della Bassa Padana, dall'inizio del secolo alla Liberazione. Con La luna (1979) ha narrato di un rapporto madre-figlio vissuto psicanaliticamente e risolto in cadenze melodrammatiche. Dopo La tragedia di un uomo ridicolo (1981), è tornato al grande successo (ben 9 Oscar) con L'ultimo imperatore (1987). Nel 1990 ha realizzato Il tè nel deserto, dal romanzo di P. Bowles, nel 1993, il Piccolo Buddha e, nel 1996, ha diretto Io ballo da sola, opera non unanimemente accolta sull'iniziazione amorosa di una ragazza americana arrivata in Toscana a gettare scompiglio in una eterogenea comunità di artisti per lo più stranieri lì residenti, cui ha fatto seguito, nel 1998, L'assedio e nel 2003 The Dreamers. Nel 2007 gli è stato assegnato il Leone speciale alla Mostra del cinema di Venezia. Nel 2012 ha presentato fuori concorso a Cannes Io e te, tratto dall'omonimo romanzo di Niccolò Ammaniti.

Bibliografia

Prima della rivoluzione, in “L'Avant-Scène Cinéma”, 82, Parigi, 1968; J.-L. Bory, Bernardo Bertolucci, in “Dossiers du Cinéma-Cinéastes”, I, Parigi, 1971; B. Bertolucci, E. Ungari, D. Ranvaud, Scene madri di Bernardo Bertolucci, Milano, 1987.

Media

Bernardo Bertolucci.Bernardo Bertolucci.