Questo sito contribuisce alla audience di

Bignóne, Èttore

filologo italiano (Pinerolo 1879-Firenze 1953). Si orientò verso lo studio delle età crepuscolari del mondo classico, pubblicando saggi fondamentali su Empedocle (1916), su Epicuro (1920) e sull'Epigramma greco (1921). Nella sua opera maggiore, L'Aristotele perduto e la formazione filosofica di Epicuro (1937), studiò la genesi della filosofia di Epicuro, mettendola in rapporto antitetico con il pensiero di Aristotele. Oltre a una incompiuta Storia della letteratura latina (1942-50), lasciò traduzioni di Teocrito (1934), Sofocle (1937-39), Eschilo (1939).

Media


Non sono presenti media correlati