Questo sito contribuisce alla audience di

Bresciani, Antònio (scrittore)

scrittore italiano (Ala 1798-Roma 1862). Gesuita, fu uno tra i fondatori della rivista La Civiltà Cattolica e rappresentò l'opposizione più decisa al romanticismo inteso come sinonimo di liberalismo (Del romanticismo italiano, 1839). I suoi romanzi storici di gusto byroniano (tra i quali il più noto è L'ebreo di Verona, 1850) furono stroncati da F. De Sanctis, che ne biasimò lo stile retorico e declamatorio. Migliori le sue descrizioni regionali (Dei costumi dell'isola di Sardegna, 1850) e gli scritti sulla lingua nell'ambito del purismo.

Media


Non sono presenti media correlati