Questo sito contribuisce alla audience di

Broniewski, Władysław

poeta polacco (Płock 1897-Varsavia 1962). Esponente della sinistra nel periodo tra le due guerre, fu il maggiore rappresentante della lirica rivoluzionaria polacca, il cui programma venne da lui formulato, insieme con S. R. Stande e W. Wandurski, nel manifesto Tre salve (1925). La poesia di Broniewski, ispirata ai principi dell'ideologia marxista, si richiama al romanticismo polacco e fonde gli ideali dell'internazionalismo con un vivo patriottismo. Le raccolte Mulini a vento (1925), Ultimo grido (1939), Baionetta inastata (1943), Speranza (1951) gli procurarono vasta notorietà, ribadita dalla pubblicazione di Mazovia (1952), in cui è descritta la bellezza del paesaggio, e soprattutto di Anka (1956), dove è espresso il dolore per la perdita della figlia.

Media


Non sono presenti media correlati