Questo sito contribuisce alla audience di

Brustolón, Andrèa

scultore in legno, italiano (Belluno 1660-1732). Erede di una tradizione artigianale familiare, oltre che regionale, fu allievo a Venezia del genovese F. Parodi, che lo iniziò alla conoscenza della scultura barocca del Bernini, perfezionata in seguito durante il suo soggiorno romano (ca. 1680). Dalla bottega di Venezia prima e di Belluno poi uscirono altari scolpiti (chiesa di S. Floriano a Forno di Zoldo, 1685; S. Pietro a Belluno), mobili e suppellettili sacre (Venezia, sacrestia dei Frari) e profane (cornici, seggioloni, consoles, ecc.) . Lo caratterizza un impeto decorativo sostenuto da una tecnica abilissima, ed enfatizzato dal contrasto cromatico tra legni di diversa qualità, che travolge la struttura funzionale degli oggetti imponendoli come scultura pura.

Media

Andrea Brustolon.

Collegamenti