Questo sito contribuisce alla audience di

Calas, Jean

calvinista francese (Lacabarède 1698-Tolosa 1762). Accusato ingiustamente di aver ucciso il maggiore dei suoi sei figli (in realtà suicidatosi), per impedirgli di convertirsi al cattolicesimo, nel clima dell'intolleranza religiosa del tempo Calas venne torturato, condannato a morte e giustiziato nel marzo 1762. L'episodio è rimasto famoso per l'intervento di Voltaire, che protesse la vedova e la famiglia, scrisse il Trattato sulla tolleranza (1763) e riuscì a ottenere la revisione del processo e la riabilitazione di Calas e della sua famiglia (1765).

Collegamenti