Questo sito contribuisce alla audience di

Calderini, Domìzio

umanista italiano (Torri, Verona, ca. 1444-Roma 1478). Chiamato alla cattedra di eloquenza a Roma da Paolo II, fu segretario apostolico sotto Sisto IV. Esponente della scuola empirica di P. Bracciolini, sostenne infuocate polemiche contro N. Perotto e G. Merula. Lasciò carmi latini, commenti a diversi poeti latini, scritti di filosofia e di matematica.