Questo sito contribuisce alla audience di

Capolóna

comune in provincia di Arezzo (12 km), 263 m s.m., 47,37 km², 4807 ab. (capolonesi), patrono: Natività di Maria Vergine (8 settembre).

Centro situato immediatamente a N di Arezzo, alla destra dell'Arno; è la “porta d'ingresso del Casentino”. Nel Medioevo appartenne ai conti Guidi, ai conti di Montedoglio e infine agli Ubertini. Passò poi ad Arezzo e con essa sotto il dominio fiorentino. § Notevole la romanica pieve di Santa Maria Maddalena, a Sietina, che all'interno custodisce affreschi di scuola aretina (sec. XV). L'antica badia, già monastero benedettino del sec. X e soppresso nel Settecento, fu trasformata in villa. § Nel quadro economico risaltano l'industria (che opera nei settori calzaturiero, meccanico, delle materie plastiche e della lavorazione dell'oro), l'agricoltura (olive, uva, barbabietole e frumento) e l'allevamento. Il turismo ha registrato un forte incremento grazie alla presenza di numerose aziende agrituristiche nelle aree collinari.