Questo sito contribuisce alla audience di

Capriata d'Òrba

comune in provincia di Alessandria (27 km), 176 m s.m., 28,32 km², 1845 ab. (capriatesi), patrono: santi Pietro e Paolo (29 giugno).

Centro dell'Alto Monferrato, situto nella valle del torrente Orba. Feudo nel Medioevo dei marchesi del Bosco, nel sec. XIII fu saccheggiato dagli alessandrini che fecero abbattere il castello. Passò poi alla Repubblica di Genova che nel 1272 fortificò l'abitato ed eresse un nuovo castello, distrutto nel 1419. Dal sec. XV al XVII subì il dominio di varie signorie e nel sec. XVIII con il Trattato di Vienna fu unito al Regno sabaudo. Nel nucleo più antico, di impronta medievale, rimangono la massiccia torre del Castelvecchio (sec. XII) e alcune case dell'epoca. § L'agricoltura produce cereali, foraggi per l'allevamento bovino e soprattutto uva, da cui si ricavano pregiati vini DOC (gavi, dolcetto d'Ovada e barbera); si pratica la raccolta di funghi e tartufi. Sono attive industrie alimentari (prodotti da forno, cioccolato) e aziende artigianali per la lavorazione dei metalli. È zona di turismo enogastronomico. § Nei dintorni, in località Tenuta Coltella, ha sede un campo da golf molto frequentato per importanti competizioni.