Questo sito contribuisce alla audience di

Carùnchio

comune in provincia di Chieti (120 km), 714 m s.m., 32,39 km², 781 ab. (carunchiesi), patrono: sant’ Antonio Abate (18 agosto).

Centro del Subappennino frentano, posto alla destra dell'alto corso del fiume Treste. Sorge poco distante dall'antico abitato, abbandonato nel Cinquecento perché esposto a incursioni slave e saracene. Fu feudo dei Caracciolo e dei Marinelli. § Si conserva una porta dell'antica cinta muraria, detta “Portacoluccia”; la parrocchiale di San Giovanni Battista, ristrutturata nel 1756, custodisce un organo monumentale, intagliato e dorato, della fine del sec. XVII; la chiesa del Purgatorio ha nella facciata un bel portale e un rosone dalle forme tardoromaniche. § La piccola industria opera nel settore dei materiali da costruzione, mentre l'agricoltura produce cereali e foraggi per l'allevamento. Altre risorse provengono dal turismo di villeggiatura estiva.