Questo sito contribuisce alla audience di

Castèllo di Gòdego

comune in provincia di Treviso (31 km), 51 m s.m., 17,98 km², 6347 ab. (godigesi), patrono: Natività di Maria Vergine (8 settembre).

Centro di pianura dell'Asolano, posto a destra del fiume Musone. Antica colonia romana e castello dei Goti nel sec. V, appartenne a Treviso, ai Da Camino e agli Scaligeri, che nel 1339 lo cedettero a Venezia della quale seguì le sorti.§ L'abitato conserva esempi delle antiche residenze nobiliari veneziane: Ca' Zorzi, sorta su fondazioni medievali e quattrocentesche e rimaneggiata fino al sec. XIX; Ca' Leoncino, del sec. XVII; e la secentesca villa Priuli. La parrocchiale e la canonica sono del sec. XVIII.§ L'agricoltura produce cereali e uva; si pratica l'allevamento bovino. L'industria è attiva nei settori alimentare, conserviero, meccanico, impiantistico, chimico, edile, grafico, delle materie plastiche e della lavorazione dei materiali lapidei.