Questo sito contribuisce alla audience di

Castelsantàngelo sul Nèra

comune in provincia di Macerata (74 km), 780 m. s.m., 70,71 km², 370 ab. (castellani), patrono: santo Stefano (26 dicembre).

Centro posto alla confluenza del torrente Infante e del fiume Nera; è compreso nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Nel sec. XII il territorio fece parte del castello di Nocelleto, ceduto nel 1255 al comune di Visso. L'abitato si sviluppò attorno al castello, edificato nel sec. XIII, e fece parte della comunità vissana, seguendone le vicende storiche. Fu costituito in comune autonomo nel 1915. § Il paese conserva parte della cinta muraria della fine del Trecento, le pregevoli chiese romaniche di Santo Stefano e di San Martino e quella benedettina di San Liberatore, con affreschi di scuola umbra, annessa al convento di struttura gotica del sec. XIII. A Nocelleto vi è la chiesa romanico-gotica di Santa Maria di Castellare; a Nocria la chiesa parrocchiale conserva un'opera attribuita a Paolo di Visso. § È centro di soggiorno estivo e invernale, base di partenza per escursioni sui monti Sibillini con strutture sportive e ricettive. La zona è ricca di faggeti e di pascoli; sviluppato l'allevamento ovino e di trote.