Questo sito contribuisce alla audience di

Cavrìglia

comune in provincia di Arezzo (40 km), 281 m s.m., 60,91 km², 7808 ab. (cavrigliesi), patrono: santa Berta (primo lunedì di agosto).

Centro del Valdarno Superiore, situato alle pendici dei monti del Chianti. Insediamento romano, fu feudo dei Ricasoli (sec. XI ca.) e appartenne poi alla lega di Avane. L'abitato conserva la pieve, originaria dei sec. XI-XII ma rifatta più volte. Suggestiva la vicina pieve di San Pancrazio, forse dei sec. VIII-IX, ma in seguito alterata. § Ridimensionate le tradizionali attività legate all'estrazione della lignite, vive un buono sviluppo l'industria (aziende meccaniche, edili, dei laterizi, dell'abbigliamento e del mobile). L'agricoltura produce uva, olive, cereali, mais, pomodori; di rilievo il terziario.