Questo sito contribuisce alla audience di

Ch'en Po-ta

uomo politico e studioso cinese (Hweian, Fujian, 1904-Pechino 1989). Iscritto dal 1927 al PCC, fu perseguitato sotto il regime del Kuomintang. Emigrò nell'URSS fino al 1930 e svolse poi attività di propaganda nella Cina settentrionale e nel Fujian. Autore di numerose opere politiche, economiche e storiche sulla Cina, membro del Comitato Centrale del PCC nel 1946 e nel 1956 candidato a membro del Politburo, dopo esser stato durante la rivoluzione culturale uno dei personaggi più in vista del gruppo fedele a Mao, fu accusato (dopo la morte di Lin Piao) di aver capeggiato la corrente “ultrasinistra” e di aver ordito un complotto contro lo stesso Mao nel settembre 1971. Il suo processo, celebrato nel 1981, si concluse con la condanna a venti anni di reclusione di cui ne scontò uno solo. Morì agli arresti domiciliari.

Media


Non sono presenti media correlati