Questo sito contribuisce alla audience di

Cinto Eugàneo

comune in provincia di Padova (33 km), 45 m s.m., 19,70 km², 2039 ab. (cinzi), patrono: Madonna Immacolata (8 dicembre).

Comune esteso nella regione collinare euganea; sede comunale è Fontanafredda. Cinto, situato ai piedi del rilievo omonimo, è l'antico Quintus. Abitato fin dall'epoca preromana, nel Medioevo appartenne ai canonici della cattedrale di Verona, che vi edificarono un castello, distrutto nel 1242 da Ezzelino da Romano. Ricostruito dai padovani, nel 1313 venne nuovamente distrutto. Fontanafredda è l'antica Aqua Frigida, così detta per le sorgenti di acqua freschissima. Faedo, che trae il nome dagli antichi boschi di faggi, fu dei conti di Albano.§ A Cinto, la parrocchiale di Santa Maria Assunta (fondata nel sec. IX e ricostruita nelle forme attuali nel 1794) ha per campanile una torre medievale, forse parte dell'antico fortilizio. Nei pressi di Fontanafredda, la chiesa di Santa Lucia (sec. XV-XVI) conserva dipinti quattrocenteschi e una lunetta attribuita a Pietro Lombardo; nella parrocchiale del paese si trovano affreschi di Jacopo Guarana.§ L'agricoltura, specializzata nel ramo vitivinicolo (produzione di vino moscato, pinot e malvasia), produce anche cereali e frutta. L'industria è attiva nei settori edile, tessile, del mobile, dell'abbigliamento, della lavorazione dei metalli, dei materiali lapidei (trachite e bentonite) e del legno.

Media


Non sono presenti media correlati