Questo sito contribuisce alla audience di

Clèrici, Fabrìzio

pittore, scenografo e incisore italiano (Milano 1913-Roma 1993). Laureato in architettura nel 1937, per influsso di A. Savinio si avvicinò al surrealismo, realizzando disegni e incisioni. Negli anni seguenti al 1949 si è dedicato particolarmente alla pittura e all'incisione, prendendo spunto dall'archeologia, dal mito e dall'esoterismo per le sue opere visionarie, di tipo surreale e metafisico. Ha illustrato testi di Savinio, Leonardo da Vinci, Poe, Ariosto, Pirandello e Cocteau. Ha collaborato a scenografie di spettacoli al Teatro alla Scala di Milano e al Covent Garden di Londra; apprezzato non soltanto in Italia ma anche all'estero, ha tenuto importanti personali a Kijev e a Mosca (1977-78), a Ferrara (1983) e a Roma (1990).

Media


Non sono presenti media correlati