Questo sito contribuisce alla audience di

Colledimàcine

comune in provincia di Chieti (77 km), 770 m s.m., 11,39 km², 286 ab. (colledimacinesi), patrono: san Mariano (11 agosto).

Centro posto alla destra del fiume Aventino, alle falde sudorientali della Maiella. Menzionato dal Trecento, ebbe per signori i Trasmondo. L'abitato fu gravemente danneggiato dal sisma del 1984. La parrocchiale di San Nicola di Bari, lesionata dal terremoto, conserva un portale del sec. XVI.§ Le risorse economiche provengono dall'agricoltura (patate, cereali e uva da vino) e dall'allevamento ovino e bovino. Si pratica anche la coltivazione dei tartufi.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti