Questo sito contribuisce alla audience di

Controguèrra

comune in provincia di Teramo (38 km), 267 m s.m., 22,85 km², 2480 ab. (controguerresi), patrono: san Benedetto (21 marzo).

Centro situato su una dorsale collinare alla destra del fiume Tronto. Sorto in un'area popolata dal Paleolitico, dopo la distruzione di Truentum (sec. V), fu noto anche come Caiaguerra (sec. XII). Ebbe vari feudatari, tra i quali gli Acquaviva. § Del Palazzo Ducale, eretto nel 1279, resta un torrione quadrato; la chiesa di San Francesco conserva una statua in legno di Sant'Antonio da Padova (forse sec. XV); la chiesetta della Concezione è del 1676. § L'economia, di tipo agricolo (cereali, ortaggi, frutta, uva da vino), si basa anche sull'industria enologica (controguerra DOC), edile, dei materiali da costruzione, dell'abbigliamento e della pelletteria. È diffuso l'allevamento bovino, ovino e suino.