Questo sito contribuisce alla audience di

Dèa Dia

divinità romana a cui era tributato un culto da parte del sodalizio sacerdotale dei Fratelli Arvali in un bosco sacro presso Roma. Qui la dea aveva un tempio rotondo e una statua che veniva ritualmente unta durante le cerimonie. Il culto si svolgeva nei giorni 17, 19 e 20 (o 27, 29 e 30) di maggio e aveva, apparentemente, un carattere agreste. La dea è nominata soltanto negli atti dei Fratelli Arvali.

Media


Non sono presenti media correlati