Questo sito contribuisce alla audience di

Dèsulo

comune in provincia di Nuoro (57 km), 888 m s.m., 74,72 km², 2887 ab. (desulesi), patrono: sant’ Antonio Abate (17 gennaio).

Centro del Mandrolisai, situato sul versante occidentale del Gennargentu. L'abitato è formato dai tre nuclei di Asuai, Ovolaccio e Issiria, posti sulla strada per Fonni. Sorto in un territorio già abitato in epoca preistorica, fece parte nel Medioevo della curatoria del Mandrolisai, nell'ambito del Giudicato d'Arborea. Incluso nel Marchesato di Oristano (1410-77), sotto gli Aragonesi e gli spagnoli godette di una certa libertà. Dal 1716 al 1839 fu infeudato ai Valentino.§ La parrocchiale tardogotica di Sant'Antonio Abate, dalla bella cupola ottagonale, conserva numerose opere d'intaglio ligneo. Nella chiesa di Santa Croce si custodisce una bella statua del Salvatore (sec. XVII). La casa natale del poeta dialettale Antonio Casula (1878-1957), in arte Montanaru, ospita il Museo Etnografico e la biblioteca del poeta.§ L'economia si basa sull'allevamento ovino, caprino e suino (con produzione di salumi e formaggi tipici), sullo sfruttamento dei boschi, sulla lavorazione artigianale del legno e della lana e sul turismo, specialmente escursionistico sui monti del Gennargentu.

Media


Non sono presenti media correlati