Questo sito contribuisce alla audience di

Dasht-e-Kavir

deserto salato dell'Iran centro-settentrionale, che dalla catena dell'Elburz e dai monti del Khorāsān si estende sino alle catene centrali dell'altopiano iranico. Posto a un'altitudine media di 700 m s.m. è così chiamato per i numerosi bacini (kavirs) dal fondo melmoso e fangoso (generalmente ricoperto da una crosta salina) che coprono gran parte della sua superficie; comprende un gran bacino centrale (Grande Kavir o Kavir Buzurg) circondato da numerosi bacini minori (di Semnān, Dāmghan, Bajestān, Qom, ecc.) da cui lo separano bassi rilievi collinari o cordoni sabbiosi (rigs). Dopo le rarissime piogge, per la forte evaporazione il fondo dei bacini si spezza in croste poligonali rendendo difficile il transito. Scarso è l'insediamento umano.

Media


Non sono presenti media correlati