Questo sito contribuisce alla audience di

Deruta, ceràmica di-

manifattura di ceramica artistica attiva fin dal sec. XIV nel centro umbro di Deruta. Dalle botteghe derutesi uscirono le più raffinate maioliche rinascimentali: vasi a pigna, albarelli, fruttiere ad alto piede, piatti da pompa, piastrelle da pavimento, mattonelle votive, impagliate, ecc. I piatti recano sulle tese spigliate decorazioni a grottesche, a candeliera, a motivi geometrici e vegetali, mentre il centro è ornato di scene sacre o profane, oppure di figure a mezzo busto, spesso accompagnate da cartigli con motti e sentenze. Alle ceramiche di Deruta si applicava anche il lustro metallico, secondo la tecnica ispano-moresca. Fra gli artisti più notevoli vanno menzionati Giacomo Mancini, che si firmava El frate, attivo tra il 1541 e il 1560, e Francesco Urbini. La produzione tradizionale di maioliche è ancora attiva nel centro umbro.

Media

Deruta