Questo sito contribuisce alla audience di

Dilong, Rudolf

poeta slovacco (Trstená 1905-Pittsburg 1986). Frate francescano, membro attivo del gruppo letterario "Modernismo cattolico", da una poesia improntata all'umiltà e a una semplice vitalità (Gli uomini del futuro, 1931; Festeggiamo sui monti, 1932) passò al surrealismo (Le stelle e la tristezza, 1934; La città con la rosa, 1939; Il sonnambulo, 1941). Scrisse anche versi di occasione, religiosi e patriottici, di scarso valore. All'estero, Dilong ha scritto ancora varie raccolte poetiche nelle quali ha rispecchiato i propri sentimenti religiosi e nazionali, e ha pubblicato il dramma Gorazd (1963).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti