Questo sito contribuisce alla audience di

Dudow, Slatan Theodor

regista del cinema tedesco (Caribrod, Bulgaria, 1903-Berlino 1963). Autore nel 1932, su testo di B. Brecht e musica di H. Eisler, di Kuhle Wampe (nome intraducibile d'una colonia all'aperto per operai), legò il proprio nome alla mitica fama di questo film in tre parti (subito proibito dalla censura di Hindenburg) sulle condizioni, le discussioni e le speranze del proletariato. Successivamente girò, illegalmente, il mediometraggio satirico Bolle di sapone sulle illusioni della piccola borghesia (tema ricorrente nella sua opera), sottraendolo alla Gestapo nel 1934 e completandolo in esilio. Rientrato in patria dopo la guerra, divenne il miglior cineasta della Repubblica Democratica Tedesca, dirigendo tra l'altro Nostro pane quotidiano (1949), Destini di donne (1952), Il capitano di Colonia (1956), Stärker als die Nacht (1954; Più forte della notte) in cui evocò l'avvento di Hitler e la lotta dei comunisti tedeschi contro la dittatura.

Media


Non sono presenti media correlati