Questo sito contribuisce alla audience di

Edèssa, Contèa di-

primo Stato latino, creato da Baldovino nel 1098 allorché scacciò Toros da Edessa che divenne la capitale della contea. Quando Baldovino divenne re di Gerusalemme (1100), la contea passò a suo cugino Baldovino di Bourg, che vi regnò fino al 1118 – anno in cui venne eletto re di Gerusalemme –, quindi a Josselin I di Courtenay (1119-31) e al figlio di quest'ultimo Josselin II (1131-46). Durante il regno di Josselin II, l'atabeg di Aleppo e Mosul, Zengi, occupò Edessa (1144); alla sua morte, Josselin II riuscì a recuperarla per un breve periodo, ma ne fu definitivamente scacciato dal figlio di Zengi, Nur ad-Din (1146). La contea cessò così di esistere e il suo crollo determinò, come controffensiva, la II Crociata. La politica dei conti di Edessa mirò a creare un solido baluardo del regno di Gerusalemme fondato sulla solidarietà tra la popolazione armena prevalente e i Franco-borgognoni affermatisi con la conquista.