Questo sito contribuisce alla audience di

Elsschot, Willem

pseudonimo dello scrittore belga di lingua neerlandese Alfons De Ridder (Anversa 1882-1960). Esordì nel 1913 con il romanzo di ambiente parigino Villa des Roses, galleria di ritratti degli ospiti di una piccola pensione. Dopo la raccolta poetica Versi di un tempo (1934), Elsschot iniziò la serie di romanzi ambientati nel mondo della media borghesia mercantile alla quale apparteneva (Imbrogliare, 1924; Formaggio, 1933; La gamba, 1938). Carattere autobiografico hanno il romanzo Tsjip (1934) e il suo seguito Il domatore di leoni (1940). Si ricordano inoltre le novelle La petroliera (1942) e Il fuoco fatuo (1948), considerata il suo capolavoro.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti