Questo sito contribuisce alla audience di

Emants, Marcellus

scrittore olandese (Voorburg 1848-Baden, Svizzera, 1923). Esordì con due poemi epici di concezione pessimistica, Lilith (1879) e Il crepuscolo degli dei (1883), accolti con molto entusiasmo dai giovani dell'epoca, che riconobbero in Emants una voce moderna. Del 1894 è il romanzo psicologico Una confessione postuma, la sua opera migliore, che rivela l'influsso del naturalismo francese. Seguirono altri romanzi (Iniziazione, 1901; Illusione, 1905; Vita amorosa, 1915) e alcuni drammi di tipo naturalistico tra cui La forza della stupidità (1904).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti