Questo sito contribuisce alla audience di

Faithorne, William

incisore e disegnatore inglese (Londra 1616-1691). Studiò con R. Peake (pittore e mercante di stampe) e J. Payne, affermandosi presto come abile ritrattista. Lasciata l'Inghilterra per ragioni politiche, si rifugiò a Parigi, dove fu introdotto nello studio di Ph. de Champaigne, seguendo poi, per l'incisione, lo stile di C. Mellan (dal quale derivò l'uso di fitti tratti paralleli e concentrici) e soprattutto quello di R. Nanteuil, che aveva dato origine a una vera e propria scuola. Rientrato a Londra, eseguì tra il 1660 e il 1680 numerosi ritratti a pastello e a incisione, specie col bulino (ritratti di Sir Edmund King, di John Ray, British Museum di Londra; Caterina, Infante del Portogallo, Albertina di Vienna). Riportò in incisione opere di Van Dyck, Vouet e altri; realizzò anche una serie di carte geografiche. Nel 1662 pubblicò un trattato sull'arte dell'incisione. Incisore di rilievo fu anche il figlio e allievo William (Londra 1656-1710), che ebbe notorietà come ritrattista.

Media


Non sono presenti media correlati