Questo sito contribuisce alla audience di

Fonseca Pimentèl, Eleonòra

patriota e poetessa italiana (Roma 1752-Napoli 1799). Di origine portoghese, visse a Napoli dove esercitò con successo l'attività letteraria venendo incoraggiata dallo stesso Metastasio. Impressionata dalle idee divulgate dalla Rivoluzione francese, vi aderì con entusiasmo, ma fu rinchiusa in carcere nel 1798 come sospetta; liberata l'anno seguente, aiutò i Francesi a entrare in Napoli e fu animatrice dei moti rivoluzionari. Fondato il giornale Monitore napoletano, ne fece efficace veicolo della propaganda democratica e repubblicana. Caduta la Repubblica Napoletana, nel giugno 1799 fu condannata a morte e giustiziata.

Media


Non sono presenti media correlati