Questo sito contribuisce alla audience di

François, Alexandre

archeologo ed erudito italiano (Firenze 1796-1857). Compì campagne di scavo in numerose località dell'Italia centro-meridionale e soprattutto nell'Etruria, identificando alcuni centri antichi e recuperando notevole materiale archeologico. Il suo nome è legato alla tomba François di Vulci (Roma, Collezione Torlonia, Villa Albani), ornata di pitture con scene del sacrificio di prigionieri troiani e di combattimenti tra Etruschi e Romani e soprattutto al cratere o vaso François (Firenze, Museo Archeologico), da lui rinvenuto nel 1844 in una tomba etrusca presso Chiusi. Opera di Clizia, questo capolavoro della ceramica attica a figure nere è databile al 570 a. C. circa; misura 66 cm di altezza e 1,81 m di circonferenza massima e presenta, su fasce orizzontali, una ricca decorazione pittorica ispirata a soggetti mitologici e a episodi dei poemi omerici.

Media


Non sono presenti media correlati