Questo sito contribuisce alla audience di

Furóre (Salerno)

comune in provincia di Salerno (35 km), 300 m s.m., 1,80 km², 810 ab. (furoresi), patrono: san Pasquale Baylon (17 maggio).

Centro della Costiera Amalfitana, esteso lungo il versante meridionale dei monti Lattari; sede comunale è San Michele. L'abitato è costituito da un nucleo situato a monte e da uno posto sul mare, incuneato in una profonda frattura della costa detta “Fiordo” (da cui sembra derivi anche il nome del comune). Appartenne alla Repubblica di Amalfi e fino al sec. XVII fu costituito dai due casali di Furore e Casanova.§ La chiesetta di San Michele, che sorge isolata in posizione panoramica, conserva un trittico del 1482; la chiesa di San Giacomo (sec. XI) ha affreschi di scuola giottesca. Alcune case sono decorate da murales, molti dei quali hanno per tema il rapporto tra l'uomo e il mare.§ Compongono il quadro economico l'agricoltura, che produce uva (vini costa d'Amalfi e furore DOC), ortaggi, limoni e olive (con produzione di olio), il turismo, la pesca e l'artigianato.§ Roberto Rossellini vi girò alcune scene del film a episodi L’amore (1948).

Media


Non sono presenti media correlati