Questo sito contribuisce alla audience di

Furttenbach, Josef il Vècchio

architetto e trattatista tedesco (Leutkirch 1591-Ulma 1667). Stabilitosi nel 1621 a Ulma, vi fu attivo come architetto (lazzaretto, 1634; fontana, 1638; teatro, 1641; numerose case) e come ingegnere militare (lavori alle opere di fortificazione). Fu il primo architetto tedesco ad applicare il principio dell'enfilade (allineamento delle porte di una serie di saloni), essenziale nello schema del palazzo barocco. Tra i suoi scritti, i trattati: Architectura civilis (1628), Architectura navalis (1629), Architectura universalis (1635), Architectura privata (1662). Anche il figlio Josef il Giovane (Ulma sec. XVII) fu architetto e teorico e come tale continuò l'opera trattatistica del padre.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti