Questo sito contribuisce alla audience di

Garnier, Robert

autore drammatico francese (La Ferté-Bernard 1544 o 1545-Le Mans 1590). Avvocato al Parlamento di Parigi, membro del Gran Consiglio, fu fervente sostenitore della monarchia e a Carlo IX dedicò il suo Hymne de la monarchie (1567). Precursore di Corneille, può considerarsi il maggiore autore tragico della rinascenza francese, strettamente legato al gruppo della Pléiade. Molto letto e poco rappresentato, scrisse sette tragedie: Porcie (1568), Hippolyte (1573), Cornélie (1574), Marc Antoine (1578), La Troade (1579), Antigone ou la Piété (1579) e Sédécie ou les Juives (1580), il suo capolavoro, derivando da Seneca situazioni, personaggi e figure retoriche, ma seguendo sul piano formale l'esempio di Ronsard e della sua scuola. In un ottavo lavoro, la tragicommedia Bradamante (1582), rielaborò in termini teatrali diversi episodi dell'Orlando furioso, poema cavalleresco dell'Ariosto.

Media


Non sono presenti media correlati