Questo sito contribuisce alla audience di

Giovanni di Lèida

nome con cui è noto il capo anabattista Jan Bokelszoon (Leida 1509-Münster 1536). Assieme a J. Mattehyssen si recò a Münster (1533) e riuscì a farne il centro degli anabattisti. Resosi praticamente il padrone della città, si proclamò “re di Sion” in nome dello Spirito Santo; diede al regime cittadino un assetto assolutistico e permise però la poligamia. Assediata dalle forze del vescovo, la città fu presa dopo un assedio di ben quindici mesi e Giovanni di Leida fu ucciso fra atroci tormenti.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti