Questo sito contribuisce alla audience di

Grèggio, Èzio

comico e autore televisivo italiano (Cossato, Biella, 1954). La sua prima apparizione in TV risale al 1978, nel programma della RAI La sberla. Ha raggiunto la popolarità partecipando, a partire dal 1983, a varie edizioni di Drive In su Italia 1. Sempre legato alla Fininvest (e poi a Mediaset), ha condotto Odiens (stagione 1988-89) e Paperissima (1990-91 e 1992-93), ma il maggior successo lo ha ottenuto presentando, a più riprese (a partire dal 1988), il telegiornale satirico Striscia la notizia. Ha inoltre fondato una propria casa di produzione cinematografica. Nel 2003 ha pubblicato il libro comico E su e giù e trik e trak. All'attività di conduttore ha affiancato l'attività di attore sia televisiva che cinematografica, tra i film più ricordati troviamo: Dracula Morto e contento di M. Brooks (1995), Anni 60 (1999) e Un'estate al mare (2008) entrambi di C. Vanzina. In qualche occasione si è anche cimentato nella regia, senza peraltro riscuotere grandi consensi, con film come Il silenzio dei prosciutti (1994), Killer per caso (1997) e Svitati (1999) con M. Brooks. Nel 2008 ha un ruolo drammatico nel film Il papà di Giovanna di P. Avati.

Media


Non sono presenti media correlati