Questo sito contribuisce alla audience di

Gréggio

comune in provincia di Vercelli (16 km), 161 m s.m., 12 km², 375 ab. (greggesi), patrono: santi Quirico e Giulitta (terza domenica di luglio).

Centro situato tra il fiume Sesia e il canale Cavour. Nel Medioevo fu possesso dell'abbazia di San Nazzaro Sesia, poi, aggregato al feudo di Arborio, appartenne ai conti di Biandrate, che lo infeudarono ai signori di Gattinara. Il paese conserva avanzi dell'antico ricetto fortificato (sec. XV); la parrocchiale dedicata ai Santi Quirico e Giulitta ha affreschi cinquecenteschi di scuola vercellese. L'economia si basa sull'agricoltura (frumento, ortaggi, alberi da frutto e soprattutto riso). La pioppicoltura, l'industria alimentare e imprese edili completano il quadro economico. È compreso nel Parco Regionale delle Lame del Sesia, istituito per tutelare l'habitat delle anse (“lame”) del fiume.